Perché Sanremo è Sanremo

Avete provato a scacciare il pensiero, a rimandare il momento ma, se siete dotate di un senso qualsiasi, perché perfino con l’olfatto potreste arrivare a fiutare il profluvio di aromi di fiori recisi per l’occasione, e non siete le vicine di casa del nonno di Heidi, ormai sapete che in questi giorni c’è Sanremo.

Accodiamoci quindi, inebriate dal profumo delle camelie, al coro dei commentatori da passeggio che in maniera assolutamente gratuita e improfessionale imperversa in queste ore.

La prima domanda che si è posta mdm, relativa alla scenografia dell’Ariston, è stata se avesseo dotato gli spettatori di quelle prime file mobili di Xamamina e sacchetti per il vomito, dato che il continuo spostamento fluttuante avrà causato loro il mal di mare, ed è rimasta sempre con la sottile paura che qualcuno rimettesse sulla giacca bianca della Turci o sul candido vestito papale di Arisa.

Al netto dell’ansia quindi, e anche delle copiose stecche sparpagliate urbi et orbi, dopo essersi sciolta in lacrime ripetutamente con brani imprevedibili (sarà la fase ormonale del ciclo), ha deciso di assegnare il premio della critica di merda a… Daniele Silvestri, con “argento vivo”, accompagnato dal rapper Rancore, che non si capisce come mai non venga citato come co-cantante, ma l’ipotesi più accreditata è che

“canta Silvestri con Rancore!” non suonava bene,

“insomma se Silvestri ce l’ha col festival che non ci venga” avrebbe pensato Baglioni, sarebbe stata la zappa sui piedi in partenza.

Il testo di Argento Vivo è un capolavoro di empatia e immedesimazione e racconta i sentimenti che attraversano i nostri bambini troppo vivaci, cercando di spiegare le cause di certe rabbie adolescenziali. Molto montessoriano, ci piace, 10!

Sentitevi libere di esprimere il vostro parere sulla kermesse, come tanti piccoli umarell!

#sanremo2019 #danielesilvestri #premiononrichiestodellacritica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...