Quiz a premi

In questa pigra domenica vi propongo un fantastico gioco a premi, il primo premio è che anche per oggi eviterete l’esaurimento. Vince la risposta più furba a mio insindacabile giudizio.
Cominciamo: 

Possedete due modelli di iena piangens, una legittimamente nella fase del no, l’altra anche ma meno legittimamente vista l’età (6 anni, diciamo che non ne è mai uscita, i genitori di duenni sono pregati di dimenticare immediatamente questa informazione e continuare a sperare che finisca).

Avete una missione da compiere: arrivare a scuola puntuali come tutte le mattina alle 8,30.

La giornata inizia alle 7,00, appena aprite gli occhi lo spettro del ritardo già aleggia su di voi ma lo scacciate, optando per il risveglio Cenerentola, ovvero vi alzate cinguettando come un cardellino afono nella speranza di svegliare le iene con il piede giusto; siete consce che un risveglio di cattivo umore della prole comprometterebbe tutta la giornata.

Dunque cardellinate in abbondanza.

“Buongioooooornooooo cuoriciiiiiniiiii! È mattinaaaaa!”

Avete pochi ma fondamentali step da compiere:

– farle vestire

– Colazionarle

– Abluzioni 
E soprattutto, la cosa più difficile di tutte, riuscire a far loro infilare scarpe, giacca, guanti, cappello. Avete 1h15 min di tempo, siete persone ottimiste, potete farcela!

Tra lusinghe, minacce, premi e ricatti arrivate con successo all’espletamento dei primi tre punti. Ora sono le 8,10 e siete arrivate al momento più temuto di tutti, quello che ogni benedetta mattina di tutti i santi giorni vi porta a smadonnare, per restare nella semantica del sacro. Chiedete, richiedete, alzate la voce, minacciate, ma niente, fingono sordità improvvisa. 

La domanda del quiz è la seguente:

Come fate per convincerle a mettere scarpe, giacca, guanti e cappello?

Avete solo 3,30 minuti a questo punto dopo di che sarete in ritardo.

Ah, non vale menarle, se no è troppo facile!

Pronti…..via!

2 pensieri riguardo “Quiz a premi

  1. Metto io le scarpe (rigorosamente senza lacci) a tutte e due: 40 secondi in tutto. Giacca, guanti e cappello ne possiamo fare a meno: batteranno i denti solo tra casa e macchina, e macchina e scuola (parcheggiata in doppia fila proprio davanti al cancello).

    Mi piace

  2. Condivido la soluzione di “ombretta sdegnosa” ma se proprio volessi far loro indossare gli inutili accessori userei la vecchia inossidabile MINACCIA!! E quale migliore periodo??? Babbo Natale vede sente e da tutto!!!! I regali delle bimbe riottose vengono buttati dalla slitta giù dritti nel mare…. cinguettate mamme cinguettate….

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...