La recita di Natale

Ogni madre di piccolo bambino sa che verso la metà di dicembre di ogni anno si tiene la temutissima recita di Natale dell’asilo, per cui verso fine novembre comincia a tremare, conscia che presto si troverà a dover fronteggiare le sadiche richieste delle maestre. Ricordo ancora con vergogna l’anno in cui decisero che far ballare i bambini fosse superato, out, molto meglio far ballare i genitori! Giorni di prove di passi sconclusionati di mamme refrattarie e intimidite, con lo stesso entusiasmo di chi si appropinqua alla forca, fatta eccezione ovviamente per le solite due o tre Jane Fonda in metanfetamine folgorate dalla bellezza del Gangnam Style, guardate dalle altre con un misto di invidia e disgusto.
Ma quest’anno no.
Quest’anno ci dedichiamo alla costruzione manuale di cose.
Purtroppo le maestre 2.0 navigano su internet e hanno Pinterest, e prendono spunto.
Così partono le richieste: costruzione di una lanterna con materiale di recupero, mi raccomando, lumino a pila con lampadina, e preparazione del materiale per un decoro a forma di stella.
Già qui la mamma di merda vacilla, confonde i piani, si perde, fatto sta che capisce di dover costruire una lanterna a forma di stella. Panico! Decide di rimandare il problema e affrontare primariamente l’ostacolo numero 1, ovvero reperire IL lumino. Lo cerca ovunque. Supermercati, negozi di bricolage, cartolerie. Quando l’unica opzione rimasta sembra andarne a rubare uno al cimitero, un’altra mamma di merda decide di infrangere il muro di omertà nella chat di classe, facendo cadere il velo:
“Scusate ma i lumini, dove li avete trovati?”
Viene fuori che siamo tutti nell’incubo, ma nessuno osava dichiararlo. Chi ha chiesto al parroco. Chi alle prostitute di corso Regina. Finchè spunta lei, la mamma non di merda, che ha trovato i lumini e anzi ne ha già comprati 2 per precauzione il giorno stesso della consegna, a 150 km da casa ma per mio figlio questo e altro. Brava! Bene! Sei una figa! PRENDILO ANCHE PER ME TI PREGOOO!
Risolto il primo rompicapo, la mamma di merda sa che sta solo rimandando il problema numero 2, man mano che si avvicina la data della festa sente l’ansia salire ma finge noncuranza, forse mia figlia si ammalerà e non potrà partecipare povera piccola, pensa sprovveduta.
La lanterna a forma di stella.
Con materiale di recupero.
La mammadimerda, dovete sapere, disegna ancora come quando aveva 8 anni, un cerchio per la faccia, un rettangolo per il busto, la bocca a forma di cuore, ecc.
Immaginate di quale fine abilità manuale disponga.
Improvvisamente un’epifania, la mammadimerda si ricorda di possedere un marito, che si dà il caso sia anche un designer di prodotto, problema risolto “caro, avviamo una produzione di lanterne a forma di stella in Cina, qualcosa mi dice che spaccheranno!”
La notte prima della recita il marito passa la notte sveglio, a lavorare alacremente al progetto STAR LAMP, creando con cartoncino, colla e sudore uno stilosissimo modello tridimensionale di lanterna a forma di stella. Gaudio, giubilo, vittoria! Anche quest’anno ce l’abbiamo fatta!
Il giorno dopo, trionfante, la mammadimerda porta la creazione alle maestre e gliela lascia con finta noncuranza, non vuole fare sfoggio di tanta bellezza facendo sfigurare gli sforzi grotteschi degli altri genitori, in fondo è magnanima, quindi lascia il sacchetto e va via.
Il giorno dopo è il giorno della recita.
La mammadimerda arriva trulla, con quella serenità di chi sa di aver fatto bene la verifica e si apetta un voto alto, almeno un 9.
La sala è stata già allestita, le lanterne sono tutte in fila con i lumini accesi.
Ci mette poco a vedere la sua.
Qualcosa non deve aver funzionato. Le maestre non l’hanno capita, o forse hanno voluto ridimensionare apposta l’ego del creatore, era troppo bella rispetto alle altre!
La stella è lì.
Ma anzichè ergersi fiera e stilosa, è piatta e sembra un sottopentola. Il lumino è stato incollato al centro.
Fu così che la star lamp divenne un portacandele. Un meraviglioso centrotavola stellato.

 

image.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...